Brescia, che cambio passo con Corini in panchina

05.02.2019 12:15 di Tutto Carpi  articolo letto 19 volte
Fonte: TUTTOmercatoWEB.com
© foto di Daniele Buffa/Image Sport
Brescia, che cambio passo con Corini in panchina

Gongola Eugenio Corini: il suo Brescia espugna d'autorità Pescara, asfaltando 1-5 i padroni di casa, e vola, momentaneamente, in testa alla classifica. " Una straordinaria prova di forza? Sì... - le parole del tecnico delle Rondinelle riportate da bresciaingol.com -. Abbiamo rischiato all’inizio, poi dominato per tutto il primo tempo: e nonostante un po’ di sofferenza quando loro hanno inserito un’altra punta per cercare di recuperare, ho sempre avuto l’impressione di un totale controllo del match. Venire qui a giocare con questa attenzione e con questa personalità è stato molto importante. Avevo detto ai ragazzi di avere la giusta consapevolezza, che non vuol dire superficialità perché è l’anticamera della sconfitta. L’hanno recepito bene...”. Sulla generosità di bomber Donnarumma, che ha lasciato a Torregrossa il compito di trasformare il secondo penalty: “Io sono molto meticoloso sulla lista di nomi che devono battere l’eventuale rigore e metto in fila i tre per ogni gara - spiega Corini -. Però, in certi casi ci sono gesti molto importanti come questo e sono felice l’abbia fatto Alfredo, un segnale che è giusto rimarcare”. Il tecnico bresciano allarga la valutazione alla prestazione globale: “La squadra è stata molto reattiva, sia dal punto di vista tecnico-tattico che mentale. Io non accetto la partita passiva: magari capita che a volte l’avversario ti costringa a farlo, ma dalla riconquista della palla in poi deve sempre esserci l’idea che dobbiamo andare a fare gol. E questo alla lunga fa la differenza. La nostra è stata una prova di grande maturità che deve creare quella consapevolezza delle nostre potenzialità. Ma non pensiamo di essere diventati troppo bravi e che tutto ora ci arrivi dal cielo senza mettere impegno e attenzione, perché sarebbe l’inizio della fine. Ora siamo chiamati a fare un campionato che è cambiato nelle aspettative e dovremo essere capaci e bravi a portarlo a casa lottando come abbiamo fatto oggi - ieri, ndr -”.