Castori: “Servono determinazione, rabbia e orgoglio”

03.11.2018 20:32 di Tutto Carpi  articolo letto 13 volte
Castori: “Servono determinazione, rabbia e orgoglio”
Le dichiarazioni di mister Fabrizio Castori nella conferenza stampa alla vigilia di Crotone-Carpi: “Il fatto che abbia preferito non parlare dopo Carpi-Palermo? Niente di particolare, ero solo molto nervoso e arrabbiato per la partita e ho preferito stare in silenzio. Non volevo essere nè polemico nè maleducato. E’ venuto il direttore Stefanelli a portare la voce della Società”. “Abbiamo rivisto la partita, l’abbiamo analizzata con la squadra e speriamo che serva per cambiare radicalmente atteggiamento perchè al di là del valore del Palermo noi non possiamo essere quelli visti martedì sera, con un atteggiamento non consono”. “In settimana abbiamo lavorato bene, ci siamo chiariti tra noi prendendo coscienza che il momento è difficile e delicato ma quello che ci siamo detti resta tra noi perchè lo spogliatoio è sacro. La decisione di non andare in ritiro? E’ stata una scelta condivisa con la Società, abbiamo pensato che non fosse lo strumento giusto in questo momento. La punizione del ritiro sarebbe stata anche meritata ma abbiamo preferito un’altra strada e un altro approccio”. “Le partite si possono anche perdere ma non senza combattere e con un atteggiamento diverso da quello avuto martedì”. “Tatticamente ci sono state anche risposte positive, subendo un gol superficiale come ci sta capitando troppo spesso ma la reazione c’è stata, poi l’espulsione ha cambiato tutto e ci ha fatto uscire dalla partita”. “Il debutto di Wilmots? E’ un giocatore che ha caratteristiche diverse dagli altri centrocampisti, ha fisicità e geometrie ma lo spezzone dell’altra sera è stato poco significativo per essere valutato”. “Cosa deve scattare nella testa dei ragazzi? Devono scattare determinazione, rabbia e orgoglio per non subire passivamente le partite e le situazioni”.