Cuore Biancorosso: la Caramella Buona sulle maglie del Carpi

11.04.2019 09:30 di Tutto Carpi   Vedi letture
Cuore Biancorosso: la Caramella Buona sulle maglie del Carpi

 E’ La Caramella Buona la quarta e ultima onlus scelta dal Carpi per comparire sulle maglie biancorosse nell’ambito del progetto Cuore Biancorosso.

La Caramella Buona comparirà nella posizione di main-sponsor sulle maglie del Carpi dalla trasferta di Lecce di sabato 13 aprile e fino a Carpi-Venezia, ultima giornata di campionato. La onlus con sede a Reggio Emilia che si occupa di lotta e contrasto alla pedofilia chiude così un progetto iniziato a novembre 2018 e che ha portato sulle maglie del Carpi “Chicca il sole esiste per tutti“, “Lega del filo d’oro” e “Amo“. La scelta di La Caramella Buona è arrivata da parte della Società dopo aver vagliato le numerose candidature pervenute alla mail solidarieta@carpifc.com, per le quali il Carpi FC ringrazia tutte le associazioni onlus che si sono candidate.

Per La Caramella Buona, è intervenuto alla presentazione della partnership il presidente Roberto Mirabile: “Ringrazio il Carpi per averci scelto quale ultimo partner di questa bella iniziativa solidale. Per noi è un debutto nel mondo nel calcio e speriamo che possa ripetersi in futuro. Tra l’altro, il primo processo penale sostenuto contro un sex offender su cui abbiamo lavorato risale ai primi anni duemila e si trattava di un pedofilo proprio qui a Carpi. Tra le azioni condotte contro pedofili, contiamo in 22 anni di attività 180 anni di carcere comminati e un ergastolo per quei criminali che abbiamo contribuito a far arrestare, processare e condannare. Ringraziamo il Carpi per questa vetrina, perchè più la gente ci conosce, più ci sono segnalazioni da parte di persone che una volta non sapevano a chi rivolgersi in casi di abusi e stupri e che ora possono contare sui nostri contatti email e sul numero verde 800311960. Oltre alla pedofilia, stiamo lavorando molto anche sui sex-crimes collegati al mondo del web, che sono purtroppo in grande aumento. Abbiamo tre “Case Buone” per donne e bambini in situazioni di emergenza. Non godiamo di nessun contributo pubblico, ma solo di risorse proprie e donazioni varie tra cui il Cinque per Mille che per noi è molto importante”.