Carpi-Pescara 0-0, per la retrocessione manca solo l'aritmetica...

23.04.2019 09:28 di Tutto Carpi   Vedi letture
Carpi-Pescara 0-0, per la retrocessione manca solo l'aritmetica...

Manca ormai solo l'aritmetica. Sarebbe servita solo una vittoria per tenere acceso l'unico barlume di speranza ma non è arrivata. Il pareggio a reti bianche dello stadio Cabassi condanna di fatti il Carpi ad una (quasi) retrocessione, la distanza dai playout rimane di 5 punti, ma le giornate diminuscono e il tempo pure. Partenza sprint dei biancorossi -scrive il Resto del Carlino nella sua cronaca- che collazionano tre occasioni nel giro di cinque minuti. Al 6' Rolando si presenta a tu per tu con Fiorillo, ma si allunga il pallone sul manto erboso bagnato dalla pioggia e il portiere pescarese si immola e salva in uscita. Tre minuti più tardi Cissè sfrutta un rimpallo in area di rigore ma calcia a lato da buona posizione. All'11' la spinta biancorossa trova Marsura abile a mettere pressione a Perrotta, rubargli la sfera e calciare in porta: Fiorillo salva in corner. Ma l'occasionissima capita al 24' sempre con l'ex Venezia che da due passi, dopo un bel cross di Rolando, non riesce ad insaccare e chiama ancora una volta Fiorillo ad un prodigio. Gli abruzzesi si fanno vedere solo al 29' quando Sottil entra in area e calcia a rete, Piscitelli para di piede con un brivido. I secondi 45 minuti si aprono con un'altra occasione, l'ennesima, targata Carpi. Crociata si mette in proprio e parte palla al piede verso la porta avversaria, dribbla elegantemente Bettella e si presenta davanti a Fiorillo, ma il suo tiro a botta sicura termina di poco a lato. Castori toglie uno spento Cissè e inserisce Arrighini, ma l'attaccante ex Cittadella per poco non combina la frittata al 64' quando devia il pallone verso la sua porta sugli sviluppi di un corner a favore del Pescara: Piscitelli è miracoloso sulla linea. La luce del Carpi si spegne piano piano e il Pescara prende campo. All'83' gli abruzzesi sfiorano anche il gol del vantaggio con Sottil che coglie la traversa ma Piscitelli aveva parato ancora una volta. Finisce 0-0 al Cabassi, lì dove si spengono, probabilmente anche le speranze della squadra di Castori.